Lista Servizi

Concerti solista

(pianoforte e/o fisarmonica, armonica a bocca e live-electronics)

Duo

(pianoforte e/o fisarmonica con contrabbasso oppure percussioni, armonica a bocca e live-electronics)

Trio

(pianoforte e/o fisarmonica con contrabbasso e batteria, armonica a bocca e live-electronics)

Corso

“Guida all’ascolto musicale comparato classica – jazz”.
Un viaggio attraverso la storia della musica dalle origini ai giorni nostri.
Piano di lavoro per n° 10 ore complessive di corso:
Incontro 1 : Il rinascimento – Origini della musica nero americana
Incontro 2 : Il barocco ed il classicismo – Le forme proto-jazzistiche
Incontro 3 : Il romanticismo – Gli spirituals ed il blues
Incontro 4 : La musica del primo novecento – Il jazz
Incontro 5 : La musica contemporanea – Il jazz ed il rock
Offerta: Lezioni, strumenti, amplificazione, discografia e bibliografia.

 

Spettacolo Weill/Battiston

Nel progetto Weill/Battiston trovano compendio le melodie del grande compositore tedesco Kurt Weill che non vengono assolutamente modificate, il jazz, alcune composizioni e la libera improvvisazione di Armando Battiston; il tutto supportato da arrangiamenti dello stesso Battiston che non intaccano il senso profondo delle musiche di Weill.
L’efficacia e la forza di questo progetto musicale stanno soprattutto nella simbiosi della voce del mezzo soprano Monica Saronni e del trio jazz composto dallo stesso Armando Battiston (pianoforte e fisarmonica), Filippo Tantino (contrabbasso) e Andrea Zuliani (batteria).
L’apparente lontananza e la diversità delle due espressioni musicali, manifeste da un lato dalla voce lirica e dall’altro dal trio jazz, riescono in realtà a trovare una perfetta sintesi di linguaggio espressivo che, senza dover ricorrere ad espedienti sperimentali, permette di fruire in maniera chiara del discorso musicale nel suo insieme.
La proposta Weill/Battiston si affida soprattutto al gusto e alla sensibilità dei musicisti che vengono sapientemente coordinati dal leader per il risultato finale. In questo progetto si rappresenta: il periodo tedesco, francese e americano, ed i testi sono rigorosamente cantati nelle rispettive lingue originali, per cui il senso complessivo del lavoro è quello di ricomprendere in un nuovo unicum le musiche di Weill creando una maxi suite con la supervisione di Battiston.

“The Contact” Armando Battiston (pianoforte fisarmonica e flauti) Andrew Cyrille (batteria e percussioni)

“Quintetto Echoes” Armando Battiston (pianoforte e flauti) Angelo Olivieri (trombe) Pasquale Innarella (saxofoni) William Parker (doublebass) Hanid Drake (drums)

“ARA-TRIO” Armando Battiston (pianoforte fisarmonica flautie voce) Roberto Bellatalla (doublebass) Marco Ariano (batteria e percussioni)

“Armando Battiston Duo” Armando battiston (pianoforte, fisarmonica, armonica a bocca, flauti e live electronics) Andrea Zuliani (batteria e percussioni)

“TRIO ELISSE” Armando Battiston (pianoforte, fisarmonica, armonica a bocca, flauti e keybords) Cristiano Da Ros (contrabbasso) Andrea Zuliani (batteria)

 

Attrezzatura Palco:

Amplificazione adatta al luogo. N°3 monitor. Microfoni per batteria, pianoforte e voce solista e voce Battiston. DI box stereo per fisarmonica. Pianoforte a coda

Conferenze

Conferenze su argomenti musicali di qualsiasi genere.

Teatro musicale

Diván del Tamarit
Testi in lingua originale di García Lorca
Musiche di Armando Battiston
Esecuzione live electronics, pianoforte e flauti di Armando Battiston
Voce e regia Sabina Tutone

L’interazione tra musica e poesia obbedisce a dei canoni di reciproco rispetto, per cui la parola diventa suono ed i suoni diventano costruzione del tutto, utilizzando come ulteriore suggestione linguistica l’elemento “improvvisazione”.
Come nel testo vi si identificano dei filoni principali ben evidenti, anche la musica asseconda a sua volta tali filoni con dei temi musicali ben delineati.
L’impiego della voce, sia come mero fatto acustico, sia filtrata attraverso apparecchiature elettroniche, sviluppa un discorso a senso compiuto, proprio dialogando in forma stretta con una serie di opportunità multi-timbriche e ritmiche che gli strumenti musicali, sia acustici che elettronici, propongono e conseguentemente stimolano.
L’idioma musicale di Battiston, allo scopo di rapportarsi in modo ottimale con i testi poetici lorchiani, coglie in modo sotterraneo alcuni echi della musica spagnola, rielaborandola attraverso la estemporanea creatività del jazz e la salda consapevolezza della tradizione colta.
Diván del Tamarit, raccolta pubblicata postuma nel 1940 con le sezioni gacelas e casidas – tra le quali non c’è una reale separazione bensì un sistema d’interazione che conferisce unità al libro – si avvale del preciso sostrato culturale del mondo arabo-andaluso.
Stimolo nuovo per un rivolgimento formale, l’arabismo di Lorca scava nella dimensione omosessuale dell’eros con ermetismo, slancio e dominante conflittualità, tipici del binomio amore/morte.

Attrezzatura palco
Pianoforte a coda o a mezzacoda (fornito dall’organizzatore)
Amplificazione idonea al luogo
N.2 monitor
N.2 microfoni per voce Shure Beta 58
N.2 microfoni per pianoforte Shure SM57
Durata per spettacolo 70 min ca.

Seminars

10 Hour Workshop on how to listen to a comparative in classics of jazz” music

A journey across music history from it’s own origin until today.

1st meeting: Renaissance origin of black music
2nd meeting: Classicism and Baroque music main jazz composers
3rd meeting: Romanticism spirituals and blues
4th meeting: music in early 1900th Jazz
5th meeting: contemporary music jazz and rock

The offer is comprehensive of: lessons, instruments, amplification, recording and bibliography.

Show “Weill/Battiston”

In the project Weill/Battiston there is a summary of the German composers, melodies that aren’t modified, jazz, some compositions and free improvisation sustained with Battiston’s arrangements; the characteristic of this musical project is the fusion between mezzo soprano Monica Saronni and the jazz trio. The difference between jazz and opera makes a perfect synthesis of expressive language. This performance relies mainly on the sensitivity of the musician chosen by Battiston. Here is represented the German, French and American era, the text is still the original, Battiston’s direction creates a unique work of art. Following the main formation used to perform such a service:

  • “The Contact” Armando Battiston (pianoforte fisarmonica e flauti) Andrew Cyrille (batteria e percussioni)
  • “Quintetto Echoes” Armando Battiston (pianoforte e flauti) Angelo Olivieri (trombe) Pasquale Innarella (saxofoni) William Parker (doublebass) Hanid Drake (drums)
  • “ARA-TRIO” Armando Battiston (pianoforte fisarmonica flautie voce) Roberto Bellatalla (doublebass) Marco Ariano (batteria e percussioni)
  • “Armando Battiston Duo” Armando battiston (pianoforte, fisarmonica, armonica a bocca, flauti e live electronics) Andrea Zuliani (batteria e percussioni)
  • “TRIO ELISSE” Armando Battiston (pianoforte, fisarmonica, armonica a bocca, flauti e keybords) Cristiano Da Ros (contrabbasso) Andrea Zuliani (batteria)

Stage equipment: PA Amplification (appropriate to the place) + 3 stage monitors. A Grand Piano (Steinway, Yamaha, Fazioli). Microphones for Drums, Piano and Battiston’s voice. Stereo DI BOX for Accordion.

Meetings

On anything about music!

Musical Theatre

by Armando Battistion

Divàn del Tamarit: Original text by Garcìa Lorca. Music by Armando Battiston. Played by live electronics, piano and flute by Armando Battiston

Direction and voice: Sabina Tutone

Fusion between music and poetry follow the rules so word become sound and sound makes a charming background. Like in the text the musical trend is clear using the voice like an acoustic event filtered through electronic instruments develops a dialogue with musical instruments acoustic and electronic. Battiston’s musical language has the Spanish influence of Lorca’s poems. He elaborates with jazz creativity an his traditional culture. Divàn del Tavarit published after 1940 with sections garcelas and casidas there is interaction in this book. It tells of Andalusia and Arabic culture stimulating for formal development Arabic culture Lorca uses digs in a homosexual new dimension of eroticism in an obscure way and as if in conflict, typical binomial love/death.

Stage equipment:

  • Grand Piano (provided by organizer)
  • Amplification (appropriate)
  • 2 monitors
  • 2 microphones for voice Shure Beta 58
  • 2 microphones for Shure SM57 Piano

Performance duration: 70 minutes, more or less.

contact me

via e-mail

  • Inserisci il tuo Nome
  • Inserisci un messaggio
  • Non posso spedire. Errore durante la consegna del messaggio. Riprova più tardi.
  • Messaggio spedito con successo. Grazie!
Condividi:
armando battiston - all rights reserved